Broken Up: The Cage
Pensa quando ci scioglieremo che fico con sto nome
 
← Music discovery

Shoegaze in black, ovvero dark che si guardano le scarpe.

Broken Up
The Cage

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Che ci fanno il basso e la chitarra di Dedo Panzera degli Intelligence Dept. e Max Caselli dei Go Flamingo! in uno studio? Niente. A meno che non siano accompagnati da Chiara Boldrini alla voce e Tom Lampronti alle tastiere, e allora la cosa si fa interessante.

The Cage è il terzo singolo tratto dal loro debut Soul Victim e ci presenta una band che pesca a piene mani nella darkwave elettronica che fu senza disdegnare un approccio più moderno, soprattutto per quel che riguarda alcune soluzioni ritmiche che cercano di svecchiare dei cliché ormai triti e ritriti.

Più che i Cocteau Twins o i Banshees, i nostri rimandano alle intuizioni melodiche stratificate dei Curve, con un gusto piacevole per le atmosfere dilatate e il massiccio uso di spazio sonoro nelle partiture. Sono miriadi le influenze che si possono trovare in questo singolo ammaliante, dove dark è l’aggettivo che si potrebbe scegliere per questo connubio tra dream-pop e shoegaze, in un brano che punta tutto sulla cura maniacale dei dettagli, pur basandosi su una struttura solo apparentemente semplice.

Di certo non la solita band nerovestita.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy