Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Pufuleti: BBC Cocau
È rimasto incastrato qualcosa
↤ Tracce

L’hip-hop più storto e fumato che abbiate mai sentito.

Non di sola trap e stratriti cliché vive l’hip-hop italiano. È una frase già sentita e risentita. Ma a ‘sto giro lasciate pure da parte l’old school più dritto e canonico, perché vi portiamo a fare un salto su un ottovolante che gira al contrario.

Pufuleti è un ragazzo siciliano emigrato e cresciuto in Germania. Da qualche giorno è uscito il suo nuovo album Catarsi Aiwa Maxibon, che già nel titolo comincia a esplicitare un pezzettino della straniante sincresi del suo autore. Per non parlare della descrizione della traccia su YouTube: «Backstreet boys clonati con i Schnauzer di Boston Dynamics e Mino Raitano, Catamarani volano come natanti, apri sulu a vucca quannu mangi.» – una dichiarazione d’intenti, a modo suo.

Prendete B-Real dei Cypress Hill (o, per restare più moderni, un Danny Brown) e sfondatelo di THC rallentandolo all’inverosimile. Poi buttatelo su un tappeto di beat allucinati e allucinanti, figli tanto di J Dilla quanto delle sperimentazioni Anticon, tra Clouddead e Why?. Al tutto aggiungete testi che più tuonati non si potrebbe, tra citazioni al trash italiano di inizio terzo millennio (Ainette Stephens ci manchi), libere associazioni di idee, surrealismo ed ermetismi vari.

È un bel trip, provare per credere.

Pufuleti