Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Lisa's Changed: For You, My Neck
Lisa non c'è, è andata via
↤ Tracce

La scintilla misteriosa della gioventù.

Lisa's Changed
For You, My Neck

È un dato di fatto che spesso i primissimi anni di una band siano quelli più prolifici, freschi e in qualche modo unici. Basti pensare a This Charming Man degli Smiths, così acerbo eppure pieno di vitalità, o a un Boy degli U2, dove quattro ragazzini dublinesi cantavano le paure e i sogni della loro adolescenza con una sfrontatezza che avrebbe presto lasciato spazio alla maturità ragionata di October. Certo, non tutti i gruppi poi evolvono in maniera convincente, ma alcuni di essi riescono in qualche modo a far trasparire delle qualità già agli esordi.

È il caso di questi Lisa’s Changed, sconosciuto quartetto proveniente dal Regno Unito che ha da poco raggiunto la maggiore età. For You, My Neck nella sua scarna brevità ha tutto quello che serve per far ruotare le orecchie anche ai gatti selvatici attempati, nonché ascoltatori seriali di canzonette: una cantilena paranoide e svogliata, un carillon affascinante ma apparentemente pericoloso (e le cose pericolose sono quelle che più piacciono), un assaggio fugace che finisce troppo presto e attiva la curiosità: «Cosa c’è dopo? Come continua? Ma che è? E poi?».

Colpo di genio o incoscienza, il pezzo rapisce quanto basta per far drizzare le antenne: Mission accomplished. Da ascoltare in loop fino allo sfinimento, in attesa dell’album vero e proprio.

Max Zarucchi
Max Zarucchi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.