Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Reignwolf: Ritual
Non perdetelo dal vivo!
↤ Tracce

Il rock è morto? Andate a chiederlo a Jordan Cook.

In un periodo dove i (pochi) gruppi rock che finiscono in classifica paiono interessati solo a farci rivivere un’epoca che non esiste più, in un momento dove è ormai diventata cosa rara ascoltare un disco dall’inizio alla fine, arriva un album con una copertina molto intrigante. C’è un lupo, al suo fianco la Morte che gli bisbiglia qualcosa all’orecchio. Il disco è Hear Me Out ed è il debutto sulla lunga distanza di Reignwolf, moniker dietro il quale si cela Jordan Cook, ovvero una delle poche certezze e ragioni che riescono ancora a farci credere in un genere che in molti – a intervalli regolari – continuano a dare per morto.

Ritual è uno dei dieci pezzi di un disco che dura poco più di mezz’ora e dove non succede proprio nulla per caso. Non una nota fuori posto, non una canzone in più. Accidenti, un mezzo miracolo, direte voi. Confermo, un mezzo miracolo. Era da tempo che non mi capitava di sentire un album del genere, lavoro che a distanza di diversi mesi dalla sua pubblicazione appare ancora feroce e grintoso come al primo ascolto. Un consiglio? Se Reignwolf dovesse passare dalle vostre parti, non lasciatevelo sfuggire.

↦ Leggi anche:
Reignwolf: Hardcore
Reignwolf: Cabin Fever

Il 30 ottobre suonato al Magnolia. Le mura dell’accogliente locale della periferia milanese sono ancora lì che vibrano. Chi era pronto per il funerale del rock può attendere ancora un po’.

//