The S.L.P.: Nobody Else
The Father John Misty-era
 
← Music discovery

La quota "italiana" dei Kasabian ci fa vedere di che pasta è fatta.

The S.L.P.
Nobody Else

L’acronimo sta per “Sergio Lorenzo Pizzorno”, noto per essere il barbuto, puccissimo e "genovese" cantante, chitarrista ecc. dei Kasabian.

(arginiamo subito la vostra ansia: i Kasabian non sono morti; si sono presi solo un periodo di riposo, niente di grave)

Pizzorno si è divertito parecchio nelle vesti del solista, si direbbe. L’album si intitola appunto The S.L.P., uscirà ad agosto e, presumibilmente, metterà sul tavolo una varietà d'intenzioni molto interessante.

La titletrack è il più recente singolo; dopo un primo ascolto suona solo come l’inno di tutti i chiringuiti del mondo, ma è molto più di questo. Il giro di pianoforte, che era un elemento fisso della classic house, si fonde perfettamente con quella leggerezza lisergica che solo i Tame Impala riescono a trasmettere. Per il resto, è un gustoso pezzo pop con una sua progressione intelligente e un testo un po’ indolente.

Da segnalare anche il primo singolo, Favourites, efficace collaborazione con la rapper inglese Little Simz. Un divertente ma analitico spaccato di un incontro Tinder andato a male. Esilarante il momento in cui il nostro dice: «C'è una discrepanza tra il conto e la serata qui». Classico genovese.

Nel caso ci fosse bisogno di una conferma, Sergio è un capitolo autonomo nel libro della sua band.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di Anti-pop Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal kollettivo Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.