Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

The Hold Steady: The Last Time She Talked to Me
Quattro personaggi in cerca d'autore
↤ Tracce

Promesse mancate del rock degli anni ‘00.

The Hold Steady
The Last Time She Talked to Me

… e pensare che tutto è iniziato dopo una visione del leggendario The Last Waltz, il documentario di Martin Scorsese sull’ultimo concerto della Band. La leggenda narra che il futuro cantante degli Hold Steady abbia chiesto al vecchio compagno di scorribande, il chitarrista Tad Kuble, «Amico, perché non ci sono più gruppi del genere?!».

Dal 2004 al 2006 pubblicano tre album di fila, tutti molto belli (questo, per esempio), arrivando a farsi idolatrare da Pitchfork e dintorni (solo per qualche tempo; la storia d’amore con la “critica che conta” dura ben poco, tuttavia).

Passano le stagioni, la band perde pezzi e non riesce più a centrare un disco che sia uno. Il cantante Craig Finnvoce di Bruce Springsteen nel fisico di Rivers Cuomo – pubblica alcune discrete prove da solista e se ne va in tour con un’altra promessa semi-mancata del rock “moderno”, Brian Fallon dei Gaslight Anthem.

L’ultimo disco, il fiacco Teeth Dreams, è del 2014. In pratica, una vita fa. Negli ultimi mesi, però, si sono intravisti dei segnali positivi. Tipo la pubblicazione digitale di alcuni nuovi singoli. L’ultimo, in ordine di tempo, è questa ballata arricchita di fiati e interpretata con convinzione.

(che non sia ancora arrivata la fine degli Hold Steady, dopo tutto?)

Luca Villa
Luca Villa

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.