Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

The Black Keys: Lo/Hi
Casa dolce casa
↤ Tracce

Blues 2.0., sempre in bilico tra Stooges e Sonics ma con qualche capello bianco in più.

The Black Keys
Lo/Hi

A distanza di cinque anni dall’ultima volta che ne avevamo sentito parlare, la macchina Black Keys si è rimessa, improvvisamente, in funzione.

Non sperate in grandi evoluzioni, però. Il gruppo dell’Ohio non ha mai variato più di tanto il proprio suono. O meglio, ha anche cercato di espandere i propri orizzonti: a volte riuscendoci, a volte meno. Vedi El Camino del 2011, disco finito ben presto in cima alle classifiche di tutto il mondo. Ci hanno riprovato con Turn Blue del 2014, tramite sonorità psichedeliche e un tantino pallose, non arrivando al pubblico generalista con la stessa “efficienza”.

↦ Leggi anche:
The Black Keys: Crawling Kingsnake

Archiviati progetti paralleli e strambe collaborazioni, Dan Auerbach e Patrick Carney tornano al succo della questione con Lo/Hi. La canzone, probabile ma non ancora confermato primo singolo del prossimo disco in studio, si muove tra sciabolate alla Keith Richards e un suono che deve tanto agli Stooges meno arrabbiati quanto ai Sonics meno spigolosi.

Un azzeccato blues 2.0, si potrebbe dire.

A quasi vent’anni dalla formazione, i Black Keys continuano a convincere, sebbene il profilo grezzo di lavori come Rubber Factory e Attack & Release appaia ormai come un gran bel ricordo dei loro fan più accaniti.

Luca Villa
Luca Villa

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Scrivere di musica non è facile.
Noi cerchiamo di farla mettendoci passione, ma anche competenza, cura, professionalità. Tutte cose che costano impegno… e soldi. Se apprezzi il nostro lavoro quotidiano perchè non ci sostieni diventando un abbonato? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.