Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

The 69 Eyes: 27 & Done
Siam così ribelli che c'abbiamo i palloncini NERI!
↤ Tracce

Un pezzo dedicato ai musicisti morti a 27 anni: un tema perfetto per i vampiri di Helsinki.

The 69 Eyes
27 & Done

In trent’anni esatti di attività, i 69 Eyes hanno raffinato alla perfezione lo stile goth’n’roll, guadagnandosi con orgoglio il soprannome di “vampiri finlandesi”.

27 & Done è un riassunto perfetto della carriera della band del cantante Jirky 69: se con l’età è forse un po’ calata l’irruenza iniziale, il tutto viene compensato da una voce matura, profonda e sempre sexy – perfetta per inni gotici che sapranno acchiappare anche le fasce giovanili dei rocker più cupi (ma non troppo), con un ritornello “ribelle” che recita «Let’s all die young / It’s so easy and fun».

Il testo, lo si capisce subito, è dedicato al tristemente noto Club 27, espressione giornalistica che si riferisce a musicisti morti all’età di 27 anni, appunto: Kurt Cobain, Amy Winehouse, Jim Morrison, Jimi Hendrix, Janis Joplin. Alcuni loro sosia compaiono nel video (forse con una lieve mancanza di buon gusto), ma i protagonisti della storia sono due ragazzi, gli ennesimi, che vanno ad Hollywood in cerca di successo, trovando tutt’altro.

A livello musicale, è la solita canzone dei 69 Eyes, sospesa fra un innegabile talento compositivo, un’impronta consolidata, tanto mestiere e il loro consueto maledettismo seriale.

Paolo Bianco
Paolo Bianco

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.