Stray Cats: Cat Fight
175 anni in tre, ma capaci di far muovere le chiappe a chiunque
 
← Music discovery

Quel vintage che non passa mai di moda.

Stray Cats
Cat Fight

Paolo Bianco
Paolo Bianco

Una delle caratteristiche del rockabilly è quella di essere uno stile musicale vintage, e fiero di esserlo: i pezzi più riusciti richiamano atmosfere da sala da ballo americana anni ‘50, indipendentemente da quando siano stati composti.

Tutto questo gioca a favore degli Stray Cats, che nel 2019 festeggiano il quarantennale di attività e che, a tutti gli effetti, non incidevano un nuovo disco da ben 26 anni. Eppure, questa canzone suona fresca come se fosse stata incisa nel 1958. O nel 1995. O nel 2019.

Dopotutto, nemmeno i tre membri storicissimi della band – Brian Setzer, Slim Jim Phantom, Lee Rocker – dimostrano la propria età. E sarebbero comunque capaci di tener testa a qualsiasi gruppo rock emergente, con il solo tocco di un basso acustico o intonando un ritornello con la voce roca al punto giusto.

Niente di nuovo sotto il sole, con questo singolo? Probabilmente no, ma chi si lamenterebbe di un sole che brillava caldo, splendido e ottimista sopra una certa America da cartolina di cinquant’anni fa?

L’ascolto di Cat Fight non potrà che lasciarvi con un sorriso nostalgico sul volto. Se siete temerari, vi troverete anche a far girare la punta del piede sul pavimento, sperando che una pupa arrivi a ballare con voi.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy