Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Nanowar Of Steel: Norwegian Reggaeton
Sotto sotto, è il sogno di ogni metallaro...
↤ Tracce

Se siete metallari e adorate questo pezzo, rischiate di venir infettati dal virus del reggaeton. E non è bello.

Nanowar Of Steel
Norwegian Reggaeton

Nella bolla social di chi ascolta heavy metal, nelle ultime settimane è letteralmente esploso il nuovo singolo estivo dei Nanowar Of Steel. Tutti i metallari o quasi adorano questa canzone, tutti o quasi la condividono, in molti la indicano come “il futuro del metal” – e il tutto è ancora più soddisfacente, visto che i Nanowar sono italiani.

C’è però un problema di base: il brano è accattivante, prende fin da subito le orecchie, il ritornello lo si canta felici – tutto questo perché, semplicemente, questo è un pezzo reggaeton fatto e finito. Non si sta suonando metal prendendo in giro il reggaeton, ma si sta suonando reggaeton prendendo in giro il metal. La differenza non è poca, e può avere il deleterio effetto di abituare le fini orecchie forgiate nel metal più estremo al satanico sound reggaeton, cambiando per sempre i vostri gusti musicali.

Non regge la scusa “la ascolto 30 volte al giorno perché il testo è ironico e fantastico!”, visto che al 95% degli ascoltatori di musica in una lingua diversa dall’italiano, il testo risulta comunque incomprensibile (ricordate che c’è chi dedica This Love dei Pantera alla propria ragazza, credendola una canzone d’amore!).

Quindi sì, cari amici metallari: urlerete a squarciagola «Profanar la tumba, al ritmo de la rumba / Con Fenriz y Darkthrone – Norwegian Reggaeton!», ma potreste trovarvi a farlo al Papeete Beach, accanto a sudamericani “convinti” e totalmente disinteressati alle parole.

(cliccate pure “play”, ma poi non dite che non vi avevamo avvisato)

Paolo Bianco
Paolo Bianco

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.