Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Mike Patton & Jean-Claude Vannier: Chansons D'Amour
Patton chiari, amicizia lunga
↤ Tracce

The real thing.

Mike Patton & Jean-Claude Vannier
Chansons D'Amour

Mike Patton non ha bisogno di presentazioni, non fosse che per la serie di aggettivi altisonanti che gli hanno (abbiamo) affibbiato nel tempo: eclettico, policromatico, versatile, eterogeneo.

L’unica certezza è che il cantante dei Faith No More ama fuggire il definibile e sorprendere in primis se stesso, passando dalle melodie retrò italiane di Mondo cane al post-noise rock avanguardista dei Fantômas, senza trascurare la sua band d’origine e passando per i Tomahawk, i Dead Cross e le collaborazioni con artisti del calibro di John Zorn e Melvins (per citarne alcuni).

↦ Leggi anche:
Alain Johannes Trio (feat. Mike Patton): Luna a Sol
Zeus! (feat. Mike Patton): Human Fly
Satanic Planet: Satanic Planet

Patton anticipa ora il suo nuovo album Corpse Flower, concepito insieme al compositore francese Jean-Claude Vannier (un peso massimo in madrepatria), con questa canzone d’altri tempi in cui duettano come chansonnier dal cuore vagabondo, consumati da un invincibile passione amorosa.

In fondo l’amico americano ha un cuore velato di romanticismo latino e, almeno qui, pare sempre di più volgere le spalle ai “merdallari” (copyright suo): non un passo “easy”, ma sicuramente “epic”.

Barbara Volpi
Barbara Volpi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Scrivere di musica non è facile.
Noi cerchiamo di farla mettendoci passione, ma anche competenza, cura, professionalità. Tutte cose che costano impegno… e soldi. Se apprezzi il nostro lavoro quotidiano perchè non ci sostieni diventando un abbonato? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.