Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Laura Jane Grace and the Devouring Mothers: I Hate Chicago
Laura Jane's World
↤ Tracce

Un brano di protesta (per quando ti fa schifo la città in cui abiti, ma non hai i mezzi per trasferirti).

Laura Jane Grace and the Devouring Mothers
I Hate Chicago

Laura Jane Grace non se ne tiene più una: dopo il coming out del 2012, in cui dichiarava la sua femminilità direttamente dalle blasonate pagine di Rolling Stone, deve aver pensato che, superato quel limite, poteva anche smarmellare.

La cantante degli Against Me! è forse la persona più punk che possiate incontrare, come attitudine, musica, stile di vita. Insieme ad Atom Willard (già batterista negli stessi AM! e tanti altri noti gruppi punk) e Marc Jacob Hudson (bassista e già ingegnere del suono sempre per gli AM!), ha dato vita a questo progetto parallelo per togliersi ulteriori sassolini dalla scarpa, dando un tocco giocoso alla faccenda (vedi la parodia di Fusi di Testa).

Chicago è una città famosa per aver dato i natali a molte band, che lei premurosamente non dimentica di citare («I couldn’t give a shit about the Pumpkins, Slint or Wilco / Learn to make a pizza you fucking jack-offs»), ma è anche la città in cui Grace si è trasferita subito dopo il coming out di cui sopra, per stare vicina a sua figlia Evelyn (avuta nel 2009 da Heather Hannoura).

Il risultato è una canzone alla “milanese imbruttito” della Windy City. Nonostante i non locals potrebbero non coglierne tutte le sfumature, rimane un gran bel pezzo e un goliardico videoclip – con buona pace della Pro Loco.

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
Basta davvero poco: perchè non ti abboni?
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.