Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Jesse Malin (feat. Billie Joe Armstrong): Strangers and Thieves
Capitani coraggiosi
↤ Tracce

Un punk di San Francisco incontra un punk di New York che, negli anni, ha pure collaborato con Bruce Springsteen.

Jesse Malin (feat. Billie Joe Armstrong)
Strangers and Thieves

È tutto iniziato nove anni fa, quando i Green Day incisero la canzone Depression Times insieme a Jesse Malin (leader dei D Generation).

Il progetto – noto come Rodeo Queens – durò solamente l’arco della durata di quella traccia. Poi le strade del gruppo punk capitanato da Billie Joe Armstrong e del bravo cantautore newyorkese si divisero. Malin, quindi, ha continuato a pubblicare pregevoli dischi solisti (tra i quali compare anche un certo Bruce Springsteen), tuttavia ascoltati da troppe poche persone.

Dopo quasi un decennio, le strade di Jesse e Billie si sono incrociate nuovamente. Il primo ha un disco in uscita ad agosto, Sunset Kids; il secondo, invece, si stava sollazzando a casa sua. La nuova collaborazione tra i due, Strangers & Thieves, suona come ogni altra canzone di Malin: diretta, intensa e con svariati punti in comune con quel rock alternativo di cui non ci si stanca mai, e che ha più di un punto in comune con il suono dei grandi Replacements. Il testo delle canzone richiama alla memoria alcuni leggendari “luoghi rock” della Grande Mela che non esistono più, come l’A7 e il CBGB’s.

Una rimpatriata tra vecchi amici che ricordano i bei tempi andati, insomma.

Luca Villa
Luca Villa

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.