Iggy Pop: Free
Se una radio è libera ma libera veramente, mi piace anche di più perché libera la mente
 
← Music discovery

72 anni is the new 35? Per Iggy Pop è così.

Iggy Pop
Free

Luca Villa
Luca Villa

Iggy Pop è stato l’inconfondibile cantante degli Stooges: uno dei pochi gruppi in grado di cambiare per sempre il volto del rock.

Non solo. Nel corso della sua lunga carriera ha spesso depistato il suo pubblico, cambiando a più riprese la traiettoria che tutti pensavano stesse percorrendo. Negli ultimi anni ha prima sfoggiato i panni del crooner francofono e decadente in Préliminaires e Après; poi, si è fatto trasportare dalle schitarrate di Josh Homme in Post Pop Depression (che, a detta dell’Iguana stessa, sarebbe potuto essere il disco d’addio).

Così non è stato e la jazzata Free – primo estratto dal nuovo lavoro in uscita a settembre, dove ripete con fierezza e determinazione la frase «Voglio essere libero» – ne è la prova.

È un bene che l’artista americano abbia deciso di continuare: in un panorama musicale sempre più rivolto alla nostalgia, la vecchia guardia dimostra come, anche ad una certa età, si possa ancora osare.

(oggi, a 72 anni, Iggy se ne infischia di tutto perché è libero. Ma libero per davvero)

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy