Bush: Bullet Holes
Fa caldo, mi spoglio un attimo...
 
← Music discovery

L'efficacia della dieta iperproteica di Gavin Rossdale.

Bush
Bullet Holes

Barbara Volpi
Barbara Volpi

Gavin Rossdale torna a cinquant’anni suonati, più aitante che mai, con questo pezzo che anticipa un album della band inglese in uscita in autunno – ispirato, pare, dall’ascolto dei System of a Down e di altri gruppi metal (è una promessa o una minaccia?!).

Bullet Holes, inserito nella colonna sonora del film John Wick 3 - Parabellum, dove recita l’altra icona ultracinquantenne Keanu Reeves, si presenta come un episodio alquanto inutile nella carriera dei Bush… se non fosse per i muscoli magistralmente scolpiti del frontman, messi ben in evidenza nel video.

Dopo il flop artistico degli ultimi dischi, dovuto a evidente mancanza di creatività, Gavin ritenta la carta che lo rese popolare negli anni ‘90 come figurina post-grunge, sostituendo la produzione di Steve Albini – che conferì il suo tocco a Razorblade Suitcase – con quella di Tyler Bates (per la canzone in questione, almeno).

Tuttavia, brani come Swallowed e Mouth restano ineguagliabili per il contesto in cui erano inseriti – ossia, quel 1996 in cui il mondo ancora piangeva la morte di Kurt Cobain e cercava un sostituto.

Bisognerebbe chiedersi se dei pettorali da Men’s Health servano a “sollecitare” anche il proprio talento musicale. L’ex moglie di Rossdale, Gwen Stefani, ha risposto piantando il bellimbusto fedifrago per il ben meno statuario Blake Shelton (star del country dallo sguardo rustico, ma forse più concentrato sulla musica che non sul rimirarsi di fronte allo specchio).

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy