New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Black Star Riders: Another State of Grace
Cacca di cavallo tra le stelle

Black Star Riders
Another State of Grace

Stato di grazia, anno 1975.

I Black Star Riders continuano a esistere, nonostante una critica poco indulgente nei loro confronti e un pubblico a tratti interdetto. Si fossero chiamati ancora Thin Lizzy, la gente avrebbe finito per linciarli; meglio tirare dritto le proprie cavalcature nel firmamento vintage di un cielo sempre più heavy, quindi.

Musicalmente, questo pezzo non esita a sfoderare l’artiglieria meno adatta alle discussioni: un riffone celtico che strizza inevitabilmente l’occhio a Emerald e Ricky Warwick – ormai ugola-Marceau del rock, nel senso del mimo Marcelche infila strofe con l’inflessione e il piglio di un Phil Lynott d’annata.

↦ Leggi anche:
Traccia: Black Star Riders: When The Night Comes In

Another State of Grace è quasi un aborto felice, in stile Troma Entertainment, tra Iron Maiden e Dropkick Murphys. In fondo è un singolo carino: lascia il tempo che trova, ma ha il pregio di ricordare, e magari vuol proprio omaggiarlo, il film Stato di Grazia con Gary Oldman e Sean Penn (uno dei migliori noir degli anni ‘90, peraltro).

Black Star Riders 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!