New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Kodak Black: Close to the Grave
L'allegro archeologo

Dice che ha sepolto qualcosa sotto terra…

Ennesimo singolo del secondo album ufficiale Dying To Live, ma stavolta Kodak Black è in veste molto tetra e introspettiva. Non che sia mai stato allegrissimo, eppure qui c’è qualcosa di molto brutto sotto quella pala e quella terra smossa. E lui, sopra, non fa che agitarsi, dicendo di voler tenere una roba chiusa nella tomba e condendo il terreno con qualche bibita gassata, alcolica e iperglicemica.

La notte è fredda e nera. E tu sei un nero con un giubbino nero e un nerissimo casino in testa, da cui fatichi ad estraniarti. Parte la base: triste, toccante e che rolla e blurpa pianolismi nella tenebra sparsa come un treno (l’ultimo treno di passaggio).

Il rapper americano se ne sta lì e lo vede avvicinarsi, il suo ciuf ciuf; non ci fa salire su il culo inumidito dal suolo notturno, però, ma una criptica confessione, fatta di rabbia e dolore in rima. Il carico di depressione hip hop continua a titillare sui binari della disfatta, e lui resta indietro: ha vuotato il sacco. E ora ci sbatte forte una pala sopra.

Di recente, Kodak è stato arrestato per via di un video passato su Instagram, in cui porge a un ragazzino due canne: una con il tamburo in cima e l’altra piena d’erba allegra. Vabbè, dai: in realtà non è un autentico ragazzaccio, anche se i suoi testi parlano di crimini – non si capisce se commessi e ancora da spammare, o da commettere ma già inscenati nella speranza di celebrarli in musica.

Kodak Black 

Ricevi le newsletter di Humans vs Robots. Scrivi qui sotto la tua mail e clicca "Iscrivimi".

Nelle ultime 24 ore si sono iscritte 2 persone!