Danny Worsnop: Little Did I Know
"Ripulirsi l'immagine": un esempio perfetto
 
← Music discovery

Una buona canzone pop può anche essere scritta da un decano del metalcore.

Danny Worsnop
Little Did I Know

Paolo Bianco
Paolo Bianco

Danny Worsnop: ventotto anni, inglese, fondatore del gruppo metalcore – perlomeno, nell’accezione più moderna possibile – Asking Alexandria e, in seguito, del gruppo hard rock We Are Harlot.

Accanto a una carriera da urlatore (oltre che da amante di alcool e droghe), ora ci presenta il primo spunto come solista, mostrando che in fondo possiede un animo romantico e gli piacciono le ballad di stampo puramente americano: quelle cose pop molto radiofoniche che rischiano di farti diventare ricco, se girano nel verso giusto.

Il segreto, probabilmente, è che ha trovato l’amore, ha perso almeno una dozzina di chili e si è trasferito in Florida – anche se in realtà Little Did I Know racconta di cuori spezzati, di essere l’unico innamorato in una coppia.

Si potrebbe parlare a lungo di come il ritornello, quelle quattro parole del titolo, segua un po’ troppo perfettamente la metrica di
All I Wanna Do di Sheryl Crow
; ci si può chiedere perché un pezzo del genere sia pubblicato dalla Sumerian Records (etichetta superheavy, che d’altronde pubblica anche gli stessi Asking Alexandria); si vorrebbe parlar male di un brano troppo leggero, per essere stato partorito dalla gola di un ex “scapestrato”.

Eppure, funziona bene. Rimane impresso in testa, anche parecchio tempo dopo l’ascolto. Il suo scopo l’ha raggiunto e, se dobbiamo parlare di una singola canzone senza tener conto del contesto, qui vince Worsnop.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy