New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Fucked Up: Accelerate
La grande truffa del rock'n'roll

Il punk che prende il volo.

Ogni volta che ascolto punk o qualcosa di simile, oggi, parte sempre una riflessione: questa musica, nata come reazione al sistema e poi esplosa in tanti rivoli, ha ancora un senso? O forse è semplicemente il genere più conservatore di sempre, col suo scagliarsi sempre contro un “Loro” senza mai vedere le responsabilità del “Noi”?

Piccola e masturbatoria analisi utile, forse, per introdurre questo pezzo della band canadese, che fa della potenza e del conflitto uno dei suoi elementi fondamentali. Uno scontro verso l’esterno che qui trova sfogo nel testo, mentre la musica è quanto di più “centrifugo” si possa ottenere da chi ami il rock con le chitarre.

Incipit da Ry Cooder elettrificato, poi batteria in entrata tra il marziale e il ballabile, mentre tutto attorno chitarre ed effetti sintetici creano un maelstrom aereo. Arriva la voce growl di Damian Abraham a narrare di come siamo stati fottuti, e il brano prende il volo attraverso una materia distruttiva ipercinetica.

La cosa bella è che mentre il cantante, in rotta di collisione con il resto della band, continua a parlare di cose concrete, gli altri volano in un iperspazio rumoroso. E questo rende il tutto tridimensionale e profondo, nonostante il casino.

(un favoloso casino)

Fucked Up 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!