New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Angra: Black Widow's Web
Gli Angra; e Alyssa; E SANDY, eterea

Il power metal che non ti aspetti, featuring persino una parte recitata da Sandy. E chi cavolo è Sandy?

Viviamo in tempi strani, se il nuovo video dei paladini del power metal brasiliano presenta un “featuring” con una delle regine del growling.

D’altronde, i tempi sono effettivamente strani: con tutte le reunion dei Rhapsody in corso, ci si può anche essere scordati che Fabio Lione è la voce degli Angra dal 2012 (mentre il chitarrista Kiko Loureiro si è accasato anche con i Megadeth). Per non parlare di Sandy.

Chi è Sandy?

Negli Angra sembrano tutti riverirla ed essere fieri che ci sia anche lei, come seconda voce femminile. Effettivamente, ha una biografia infinita, con lunga discografia e anche filmografia. Viva Sandy, quindi, alla quale spetta l’intro del brano e il pippone moralistico di sessanta secondi a metà del video (vera e propria aggiunta solo per il videoclip, visto che nella versione su disco non è presente questa sezione parlata riguardante i pericoli di internet).

Ci sono tante cose che, sulla carta, potrebbero non funzionare in questo nuovo video. E invece, quando dall’interno della chiesa sconsacrata Lione dà fiato ai polmoni (intorno al minuto 1:20), è una vera gioia, con la doppia cassa in sottofondo e l’assolo di chitarra dietro l’angolo. Davvero, il pezzo non è male. Sarebbe piacevole sentirlo ripulito dal growl e da tutto il resto superfluo, però. Alissa White-Glutz avrebbe potuto dimostrare come, fuori dagli Arch Enemy, sappia cantare in modo pulito e melodico. Ma il suo rantolo stona ogni volta che interviene, anche se si viene distratti dalla sua sempre fotogenica silhouette.

Il disco degli Angra sul quale compare questa canzone, Ømni, è uscito a marzo, e questa è la prima volta in cui il mondo parla diffusamente di uno dei suoi brani. Significa che, growl o non growl, tira davvero più un pelo di Alissa che un carro di chitarre.

Angra 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!