Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

The Carters: Apeshit
I giocondi
↤ Tracce

Casa Vianello in salsa hip hop.

The Carters
Apeshit

Siete di quelli che, abbruttiti dalla fatica della vita quotidiana, ascoltano hip hop per dare voce a un bisogno di riscatto? Oppure ascoltate pop e basta (il che, nel 2018, non fa questa grossa differenza)?

In ogni caso, sarete felici di sapere che a casa di Jay-Z e della moglie Beyoncé, riuniti anche in matrimonio artistico a nome The Carters, tutto è amore (comprese due o tre paia di corna, al tempo finite sulle pagine dei tabloid di mezzo mondo).

Everything Is Love, infatti, è il titolo del loro album di prossima uscita, anticipato da questo brano – il cui video è stato girato al Louvre di Parigi. Per capire cosa c’entrino i “bling bling” con la Gioconda bisogna guardare attentamente il filmato, consacrato a un’ironica (?) interpretazione dell’opulenza. D’altro canto, nella terra di Napoleone Bonaparte, come potrebbe essere diverso? Stiamo parlando di un Re Sole e di una Maria Antonietta, non di un Robespierre che è rimasto a tagliar teste nei ghetti di cui nessuno vuole più parlare.

Eppure qualche arcano va svelato. Per spiegare la semantica di Apeshit si è scomodato persino lo storico dell’arte – nonché ex skater – Theodore Barrow. Il luminare statunitense ritiene che sia stata volontà della coppia inserire degli “eroi” di colore in un contesto di prestigio storico popolato da personaggi bianchi. Tema spinoso di questi tempi, in cui il revisionismo storico si muove spesso in senso unidirezionale. I monarchi del pop afroamericano contemporaneo dicono la loro attraverso il testo di un brano sincopato, rappato ma orecchiabile al punto giusto.

Reintegrare il buco nero della storia coloniale, restituendo ai neri il loro ruolo attraverso uno sfoggio di status-symbol da parte di chi è arrivato sul trono della scala sociale: ostentazione o emancipazione? L’intento è buono, tuttavia: la parodia del primato di fama e ricchezza in una società che premia sempre “pochi” rispetto al valore di “molti”.

Barbara Volpi
Barbara Volpi

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
Basta davvero poco: perchè non ti abboni?
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.