Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Dee Snider: Tomorrow's No Concern
Mai avuto carie in vita mia
↤ Tracce

Il metal che non piaceva ai genitori americani degli anni ‘80.

Dee Snider
Tomorrow's No Concern

Un personaggio poco noto al di fuori dalla scena heavy metal, perlomeno in Europa. Peccato: dietro la comunque eccellente maschera cartoonesca dei Twisted Sister (sorta di figliastri dei New York Dolls e del Rocky Horror Picture Show, in realtà), si è sempre celata una figura intelligente e carismatica.

Oggi Dee Snider – grande amico personale di Lemmy… e non si diventava grandi amici personali di Lemmy senza avere palle e humour da vendere – si appresta a pubblicare un nuovo disco solista, For The Love of Metal. Il titolo dice già quasi tutto e il primo singolo non è che regali chissà quali sorprese o brividi.

↦ Leggi anche:
Dee Snider: I Gotta Rock (Again)

La voce ruvidamente efficace rimane un bel marchio di fabbrica, sebbene la canzone, il testo e il video non esulino affatto dai classici stereotipi del metal, tanto venerati dai seguaci quanto invisi ai detrattori. Se i primi non hanno bisogno di scoprire o riscoprire il cantante americano, i secondi avranno una scusa per conoscere meglio un profilo spettacolare, se non altro.

Uno che, nel 1985 e a fianco anche di Frank Zappa, si presentò a un’audizione in senato con uno strepitoso look da rocker di strada, controbattendo in modo molto eloquente alle accuse di “amoralità” mosse dal PMRC (l’associazione di censura delle opere musicali guidata da Tipper Gore).

Cose di altri tempi, certo, ma che è bello sapere… e gustoso rivedere.

//