Humans vs Robots
 
The Damned: Standing On The Edge Of Tomorrow
Domani è un altro giorno
↞ Playlist

C'è un motivo per cui certi gruppi hanno scritto la storia del rock. Le grandi canzoni, per esempio.

The Damned
Standing On The Edge Of Tomorrow

Quando si parla di punk e dintorni, il nome dei Damned viene puntualmente citato fra i primi (in genere appena dietro ai soliti noti, se circuiamo il discorso al solo Regno Unito). Niente da eccepire, a patto di sottolineare il loro raro e godibile eclettismo.

In estrema sintesi, va bene parlare della band “pioniera” di New Rose e Damned Damned Damned, ma non dimentichiamo quella molto ispirata di Machine Gun Etiquette e quella altrettanto influente – in ambito gothic – del Black Album.

Introduzione polverosa per comunicare che, a dieci anni dall’ultimo e non memorabile disco, il gruppo inglese si appresta a pubblicarne uno nuovo, Evil Spirits. Il titolo lascia presagire l’ennesima scampagnata in territori oscuri e morbosi; impressione in parte confermata dal primo estratto, a modo suo.

Standing… sembra provenire dagli anni ’80. E la sua magnifica obsolescenza, a partire dai suoni, rischia per assurdo di passare per trendy grazie a un video “ai confini della realtà”.

Poiché loro negli 80’s c’erano davvero, in realtà è come se i Damned avessero semplicemente (e un po’ furbescamente) chiuso il cerchio.

Con una canzone bellissima il cui ritornello pop ti si stampa in testa dopo un solo ascolto, per la cronaca.

Angelo Mora
Angelo Mora

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)