HVSR

Cerca
Naviga
Selezioni
Generi
Umani
About
Nonostante 'Obey The Law Of The Heart', sono sopravvissuto

Stone Gossard

Obey The Law Of The Heart

La storia è questa: Basmati Blues, un musical romantico ispirato al cinema di Bollywood e diretto da Dan Baron, sarebbe dovuto essere una delle grandi uscite cinematografiche del Natale americano 2017.

Peccato che il progetto nasca male sin dall'inizio: girato nel 2013, il film rimane nel cassetto per quattro anni, quando trova finalmente una distribuzione con tanto di trailer che strombazza a caratteri cubitali i Pearl Jam tra i musicisti coinvolti nella colonna sonora.

Dopo alcuni "test screening" andati maluccio, il film arriva in alcune sale americane a fine 2017 ed è subito tempestato di feroci critiche per essere un concentrato di stereotipi razziali sugli indiani (d’altronde già il titolo non lasciava presagire nulla di diverso). Quasi una bestemmia nell’epoca del politically correct e degli indignati del web; a farne le spese è l’attrice protagonista, la seppur brava Brie Larson – meritato premio Oscar 2016 per il suo ruolo in Room – che viene immancabilmente presa di mira su Twitter.

Ritirato in fretta a furia dopo due settimane soltanto, Basmati Blues termina la sua breve e sfortunata parabola tra centinaia di altri dimenticabili titoli di qualche catalogo VOD disponibile solo su suolo americano. Il film, per la cronaca, è una boiata pazzesca.

La cosa più tragicomica però è un’altra, vale a dire il mistero della "nuova canzone dei Pearl Jam”… di cui in realtà non c’è traccia nella colonna sonora, alla faccia di quanto lasciasse presagire il trailer. Il pezzo risulta infatti accreditatp non più ai Pearl Jam, ma al solo chitarrista Stone Gossard, autore sì dell'immortale riff di Alive, ma anche di un brano sui salmoni (lo sapevate? Tutto vero, qui la prova).

In realtà Obey..., questo il titolo del brano, non sarebbe nemmeno suonata male, se fosse stata incisa dal gruppo di Seattle (FORSE), ma in questa versione indianeggiante registrata da Gossard in compagnia del musicista pakistano Sain Zahoor e dell'attrice Priya Darshini non è altro che il perfetto complemento del film: una boiata pazzesca.

HVSR per posta: