Leye T: Drip Drop - Recensione e video su HVSR.net
Cerca
Tracce
Longform
Umani
About
Una faccia pulita, come avrebbe detto Baglioni

Leye T

Drip Drop

Questa è vera "music discovery", gente. Una scoperta ancora piena di misteri, come si conviene alle migliori scoperte. Nel senso che, chi sia Leye T, non è dato saperlo, nonostante la pervicace presenza della suddetta su tutti i principali social e piattaforme di streaming che contano. A contarle, ben sette: Instagram, Facebook, Spotify, Apple Music, Soundcloud, Twitter e ovviamente YouTube. Credo di averlo già detto a proposito di qualcun altro, ma tutto questo presenzialismo sui social – abbinato a una stitichezza informativa cronica – è quasi seccante. Non si usano più le "bio"? Non è che tutti possano avere una pagina Wikipedia dedicata!

Nel caso di Leye T, non ancora, almeno: da quel poco che si trova in rete, il suo disco di esordio deve ancora uscire. La ragazza – di Los Angeles, e con questo il suo dossier è completo – ha già centellinato un po' di singoli qua e là (sulla rete, ça va sans dire).

Questo è l'ultimo, e forse anche il migliore: una cosina elettro-pop che è quasi una filastrocca (drip / drop / drip / drop...), tenera e suadente, orecchiabile e poco impegnativa. Le caratteristiche per il singolone-tormentone ci sono tutte: auguriamole un fortunato incontro con qualcuno che conti davvero nel mondo della musica – tipo un influencer, o simili.

HVSR per posta: