Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Talco: La Verità
Pirati lagunari
↤ Tracce

Don’t forget the struggle, don’t forget the streets.

Talco
La Verità

Quindici anni di fiera attività indipendente sono valsi ai Talco una discreta fama europea, specie in Spagna e in Germania (e in particolare ad Amburgo o, meglio ancora, nell’Amburgo “ribelle” del quartiere St. Pauli e della relativa squadra di calcio, cui hanno dedicato l’omonimo inno).

C’è almeno un paio di motivi precisi che giustificano il culto underground dei ragazzi di Marghera: sono bravi – riff azzeccati, fiati arrembanti e ritornelli vincenti, spesso esaltati da un ritmo che ti porta via – e hanno le idee molto chiare a livello artistico e soprattutto politico – apertamente schierati a sinistra, ma di certo non quella dei cadreghini e dei salotti buoni italiani.

La Verità anticipa il nuovo album And The Winner Isn’t: qui la loro punkchanka è immersa fino al collo in quello ska core che negli anni ’90 faceva sfracelli. Come riflesso condizionato, anche se non vi piace l‘“aria” dei centri sociali, potreste ritrovarvi a battere il piedino di nascosto.

La controcultura rock è stata quasi del tutto anestetizzata, ormai, ma i Talco sono ancora in prima linea per difenderne il senso e il valore. Se gradite, supportateli in modo attivo o perlomeno assicuratevi che non facciano la fine dei soldati fantasma giapponesi.

Angelo Mora
Angelo Mora

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Scrivere di musica non è facile.
Noi cerchiamo di farla mettendoci passione, ma anche competenza, cura, professionalità. Tutte cose che costano impegno… e soldi. Se apprezzi il nostro lavoro quotidiano perchè non ci sostieni diventando un abbonato? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.