New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Jon Connor: I'm Back
Dal Michigan a Compton senza ritorno

Rap old-school riaggiornato per i palati dei millenials (con la benedizione del padrino Dr. Dre).

Alla veneranda età di quasi cinquantatre anni, l’ex N.W.A Dr. Dre continua a sfornare figliocci di successo. Così, dopo il compianto 2Pac, Snoop Dogg, Eminem, Xzibit, 50 Cent e The Game (per non parlare della sua collaborazione con l’ultima perla della scena hip hop, Kendrick Lamar), ecco arrivare Jon Connor. Il rapper aveva già vari mixtape e un album all’attivo, ma ora è stato adottato dall’etichetta di Dre, la Aftermath Entertainment.

Connor, trentaduenne, proviene dal Michigan, ma il suo flow pare cristallizzare le rime più “doped” di Compton (Los Angeles). Un talento che deve avere impressionato il padrino, tanto da offrirgli la sua prestigiosa piattaforma di lancio per il prossimo lavoro Vehicle City. Ma la collaborazione fra i due non si limita a questo: nel nuovo pezzo I’m Back, Dr. Dre lo introduce con tutti i crismi, presentandolo come la grande rivelazione del 2018.

Il sincretismo tra i beat old-school e un freestyle estremamente accattivante fanno apparire il brano come un “blunt” confezionato fresco nell’underground, mentre si sa che Dr. Dre non fa nulla che non possa essere una buona operazione commerciale… In fondo, stiamo pur sempre parlando di Niggaz Wit’ Attitudes.

Jon Connor 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!