Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di Humans vs Robots, ed è riservata (in gran parte) agli (link: https://hvsr.net/membership/join text: abbonati).

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Vuur: My Champion - Berlin
Heavy metal milf.
↤ Tracce

La bella Anneke è tornata, questa volta con un progetto collettivo - i Vuur. Che nomaccio. Però il singolo non è mica male.

Vuur
My Champion - Berlin

Non so se ve ne siete accorti, ma Anneke Van Giersbergen pare si sia stufata di fare featuring di qua e di là e voglia riprovare ad avere una band - ma una roba seria, dove lei canta, gli altri suonano e i pezzi si scrivono tutti insieme, non una cosa che-sembra-una-band-ma-è-un-progetto-solista come ai tempi di Agua De Annike.

Che poi anche la nuova band - Vuur, che non è un’espressione onomatopeica che indica il rombo di un TIR ma significa “fuoco, fervore, entusiasmo” in olandese - deve tutto a questa cosa dei featuring, perchè i musicisti che ne fanno parte sono stati raggranellati di qua e di là pescando dalla rigogliosa scena heavy del paese dei tulipani. D’altra parte se canti con con Devin Townsend, Moonspell, Anathema, Arjen Lucassen, Gentle Storm, Within Temptation e una paginata di altra gente, finisce che un po’ di musicisti li conosci e una band la si mette su con relativa semplicità.

↦ Leggi anche:
Anneke van Giersbergen: Hurricane

Il 20 ottobre uscirà il disco di esordio di quella che Anneke Van Giersbergen ha dichiarato essere “l’incarnazione definitiva del mio lato heavy metal”: per adesso ci accontentiamo di questo singolo, che in qualche modo ci riporta ai tempi magici dei The Gathering, in seno a cui il binomio chitarroni distorti / voce angelicata ha detto le cose migliori.

Si sente l’influenza, oltre che della band originaria madre-di-tutte-le-formazioni-gothic-metal, anche del divino Devino e delle collaborazioni con Lucassen. Anzi, se una cosa si può imputare alla natura di un brano pienamente godibile, è proprio quello di non averne una definita, ma lasciare trasparire in maniera troppo evidente le radici, le derivazioni, la provenienza. Ma è solo il singolo. Attendiamo fiduciosi.

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

E se ti abbonassi?
Pensiamo che un altro giornalismo musicale, non basato esclusivamente su news copia-e-incolla e comunicati stampa travestiti da articoli, sia possibile. Noi, almeno, ci proviamo. Per questo in molti hanno scelto di sostenerci: perchè non lo fai anche tu? Basta davvero poco!
.