Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
The Struts: One Night Only
Labbra impudiche
↤ Tracce

“Una notte sola”… all’opera? Leggi: giovane (ma non troppo) gruppo inglese sulla scia dei mostri sacri del rock pomposo.

The Struts
One Night Only

Quante volte avete letto o sentito dire che il gruppo “X” ricorda i Queen, negli ultimi venticinque anni? Non tante, forse, e comunque il paragone è sempre stato troppo altisonante, alla fine. Vedi i Darkness, nonostante i numeri confortanti della loro carriera, o i Foxy Shazam, che pure hanno fatto delle cose interessanti.

Eviteremo perciò di affermare che il nuovo singolo degli Struts deve più di qualcosa a Freddie Mercury & Co. Scomodiamo tuttavia un altro, ehm, peso massimo della musica rock: Meat Loaf. L’attacco di One Night Only non sfigurerebbe tra i capolavori di Marvin (Michael) Lee Aday e Jim Steinman, infatti. Merito anche della bella voce di Luke Spiller, cantante e compositore principale del quartetto.

Glam-hard rock “operistico”, con lo sguardo ai 70’s e sempre a cavallo fra sublime e ridicolo: un sottogenere molto difficile da padroneggiare, ma che sembra scorrere spontaneamente nelle vene dei ragazzi di Derby. Meglio tardi che mai.

The Struts