New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

SDH: Blackened Spoon
Attenti a quei due

Punk rock acidissimo e pressoché estraneo a qualsiasi logica commerciale. Vero punk, insomma.

Gli SDH fanno punk attraverso almeno due livelli di lettura. Il primo, quello che salta subito all’orecchio, è evidenziato da un suono acido, frastornante e caratterizzato da una minacciosa e insistita coltre di “rumore” (che non cela del tutto un gusto melodico interessante, tuttavia).

Il secondo, meno immediato ma altrettanto rilevante, è legato al fatto che il duo rietino è quasi completamente avulso alle logiche commerciali della discografia. Si autoproduce (via-Sham Foundation), non suona dal vivo e la sua presenza online ufficiale è ridotta al minimo indispensabile.

Elitari? Non crediamo. Elusivi e irriverenti, forse sì. Nel dubbio, gli SDH prestano grande attenzione alla grafica. Vedi la bella copertina dell’ultimo album Rough Hunger, realizzata da Ilaria “Ila Pop” Novelli: a noi vecchi metallari anni ‘90 ha ricordato quelle dei Cathedral; a voi – che avete studiato arte e girate il mondo per mostre – farà giustamente venire in mente un’opera di Hieronymus Bosch in esplicita chiave erotico-Disneyana (!).

SDH 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!