Protomartyr: A Private Understanding
Belli dentro
 
← Music discovery

Gli antieroi post-punk di Detroit si dirigono, parzialmente, verso nuovi suoni e nuovi "luoghi".

Protomartyr
A Private Understanding

Andrea Murgia
Andrea Murgia

Nel 2015, con la pubblicazione di The Agent Intellect, i Protomartyr si trasformano di colpo da band di buone speranze a vero e proprio fenomeno del giro post-punk (e oltre).

Il motivo, di fatto, è molto semplice: hanno talento – tanto – e attributi – grandi. A Private Understanding, il nuovo singolo che anticipa l’album Relatives in Descent, è la conferma dell’asserzione di cui sopra.

Una bella giravolta: se da una parte l’ormai caratteristico sound del gruppo richiama il passato, dall’altra il linguaggio compositivo sembra decisamente indirizzato verso altri lidi. Verso quei Bad Seeds di Nick Cave, per esempio, con cui Joe Casey condivide voce cavernosa e una certa facilità di scrittura.

Insieme ai canadesi Fucked Up, negli ultimi anni i ragazzi del Michigan hanno dettato nuovi standard nel punk “sofisticato” contemporaneo, apportando freschezza e versatilità alla scena. Appuntamento al 29 settembre per un’ulteriore conferma.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy