Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Fischerspooner: Have Fun Tonight
Il futuro è là. No, là. No, là...
↤ Tracce

Ci volevano i Fischerspooner per riportare Michael Stipe a far musica. E viceversa.

Fischerspooner
Have Fun Tonight

Da quando i R.E.M. si sono clamorosamente dissolti, nel 2011, Michael Stipe non ha mica fatto la vita da pensionato, rimirando cantieri. Al contrario, da persona poliedrica quale è, ha esposto installazioni, insegnato, fotografato, esplorato nuove e rivoluzionarie forme di comunicazione. Musica, però, niente.

Niente fino a che, un anno e mezzo fa, riceve una telefonata da un vecchio amico, Casey Spooner, la metà del duo newyorkese Fischerspooner, che gli chiede aiuto su un pezzo che non riesce a portare a termine. Gira e rigira, Stipe finisce per essere co-produttore e co-autore del loro intero nuovo album, Sir, che arriva dopo otto anni di silenzio

Il disco è anticipato dal singolo Have Fun Tonight, una canzone senza tempo che fa tornar la voglia di pista da ballo in un gay bar, alzando le mani al cielo. Un inno alla poligamia vista come attività ricreazionale, in una coppia che rifugge la noia.

Se vi chiedete cosa diamine vi ricordi questo brano, quando entra incalzante la base ritmica, la risposta è: Got Glint dei Chemical Brothers. Buongustai, che siete.

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

 

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Electro  July 2017  
Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
.