Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Ghost Bath: Seraphic
Il potere di Cristo ti espelle! (cit.)
↤ Tracce

Black metal “evoluto”, con ambiziosi richiami shoegaze. Genio o fuffa? Spoiler: non l’abbiamo ancora stabilito con certezza…

Ghost Bath
Seraphic

I Ghost Bath seguono il solco tracciato dai Deafheaven che, con Sunbather del 2013, sono diventati i portabandiera di un sotto-sottogenere ambiziosamente ribattezzato blackgaze (un po’ black metal, un po’ shoegaze, un goccio di post-rock: agitare e servire freddo).

A dire il vero, le chitarrine zuccherine dell’intro di questa canzone ci sembrano prese in prestito da Iron Maiden ed Helloween, più che da My Bloody Valentine e Slowdive, ma non vogliamo rovinare la festa a nessuno.

Il vero problema è che non si capisce se la band americana è composto da cinque Charles Manson che trasudano una dolcezza artefatta o cinque boyscout che giocano a fare i cattivoni. In altre parole: il contrasto fra le parti ferali e quelle ultramelodiche è intrigante sulla carta, ma qui sembra il frutto di due gruppi diversi che s’incrociano per caso in sala prove e incidono una canzone assieme.

Se questo è il presente-futuro del black, meglio tenersi stretti i vecchi dischi di Impaled Nazarene e Immortal – verrebbe quasi da pensare. Quasi: perché in Seraphic, comunque, risplendono fugacemente dei bagliori di malevolenza che lasciano aperto qualche spiraglio.

Angelo Mora
Angelo Mora

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Scrivere di musica non è facile.
Noi cerchiamo di farla mettendoci passione, ma anche competenza, cura, professionalità. Tutte cose che costano impegno… e soldi. Se apprezzi il nostro lavoro quotidiano perchè non ci sostieni diventando un abbonato? Basta davvero poco!
.