Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di Humans vs Robots, ed è riservata (in gran parte) agli (link: https://hvsr.net/membership/join text: abbonati).

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Binker And Moses: Intoxication From The Jahvmonishi Leaves (Live)
Delinquenti del groove
↤ Tracce

Il progetto Yussef Kamaal è terminato, ma siamo quasi sicuri di aver trovato dei degni eredi. Signore e signori: Binker and Moses.

Binker And Moses
Intoxication From The Jahvmonishi Leaves (Live)

Sono inglesi, si chiamano Binker e Moses – rispettivamente sax tenore e batteria – e hanno due, pardon, quattro palle quadrate.

Dopo l’ottimo Dem Ones del 2015, con cui hanno abbellito la mensola sul caminetto con una caterva di riconoscimenti, B&M tornano con Journey To The Mountain Of Forever: un concept sui viaggi spalmato su due dischi (uno con la formazione classica a due, l’altro con quella allargata tra cui spicca la partecipazione di quel colosso di Evan Parker), avvalendosi di musicisti fenomenali e produttori stellati.

Singolo – sui generis, per la durata non proprio “radio friendly” – scelto per introdurlo è Intoxication From The Jahvmonishi Leaves: sei minuti e rotti, spettacolari, di groove e Jaco Pastorius.

Registrato da Ricky Damian su nastro e utilizzando solamente strumentazione d’annata negli studi di Mark Ronson, Journey… darà una bella spinta alla carriera di quelli che, siamo quasi sicuri, saranno fra i fenomeni del 2017.

Andrea Murgia
Andrea Murgia

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
Basta davvero poco: perchè non ti abboni?
.