Sabbia: Montagna
Queens of the mouflon age
 
← Music discovery

Hard rock strumentale e psichedelico dall'arida distesa Calforniana. Anzi no, piemontese (e quindi rocciosa). In barba agli stereotipi, i Sabbia reinventano le "desert sessions" in ispirata salsa tricolore.

Sabbia
Montagna

Angelo Mora
Angelo Mora

Il suono del deserto (californiano) di Josh Homme e soci ti ha stregato, ma sei nato in Italia e, come dire, “quel” suono e soprattutto “quell”’estetica ti appartengono solo fino a un certo punto? Niente: la maggior parte dei gruppi nostrani scimmiotta più o meno credibilmente gli americà. Poi ci sono le poche eccezioni, dettate dal talento e dal coraggio, che piegano le regole alla propria personalità.

I biellesi Sabbia appartengono alla seconda categoria, come dimostra bene il loro fresco EP di quattro pezzi strumentali. Abbiamo scelto Montagna: probabilmente la canzone che esprime il loro lato più, ehm, roccioso. C’è l’hard rock, c’è la psichedelia, ci sono i fiati e c’è uno sfizioso retrogusto cinematografico, che forse deve qualcosa ai Calibro 35. C’è soprattutto un gran bel senso della composizione – dinamico, arioso e a tratti persino epico – che, dal vivo, dovrebbe naturalmente prestarsi alla dilatazione.

Riassumendo il pur breve discorso in gergo goffamente giovanilistico: il quintetto piemontese spacca (le pietre e non solo).

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy