Imagine Dragons: Believer
Imagine Dragons. It's easy if you try
 
← Music discovery

Bisogna essere brandizzabili o perire: una moderna lezione di marketing applicata alla musica che gli Imagine Dragons hanno assimilato molto bene.

Imagine Dragons
Believer

Paolo Madeddu
Paolo Madeddu

Il gruppo di Las Vegas presenta una sorta di lato oscuro della sua euforica hit Top Of The World (2013), cui non manca il tamburone da battaglia che incalza quei coretti che li rendono i più credibili epigoni americani dei Coldplay (… sappiamo che questa considerazione per molti di voi non sarà incoraggiante, ma lo diciamo in senso assolutamente neutrale). Alla fine il pezzo, col suo testo sulla necessità di vincere il dolore, ha una sua carica vagamente marziale. Che non è sfuggita a Nintendo: come scoprirete nei commenti al brano su YouTube, malgrado la già indiscutibile popolarità della band, migliaia di ragazzi li hanno scoperti grazie a un superspot mandato in onda durante il Superbowl (e che ha già un supernumero di visualizzazioni). L’ennesima conferma che, oggi come oggi, bisogna essere brandizzabili o perire.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy