New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Depeche Mode: Where's The Revolution?
La fantasia nel vestire si conferma un pallino della band che ha la moda fin nel nome.

Depeche Mode
Where's The Revolution?

Cerchiamo di capire se il bicchiere dei Depeche Mode è mezzo vuoto o mezzo pieno.

Ci sono casi in cui adottare una posizione di professionale distacco non porta a nulla di utile. Quindi, giochiamocela apertamente tra fan e cerchiamo di capire se il bicchiere è mezzo vuoto o mezzo pieno.

Mezzopienismo 1. Il singolo non è in nessun modo facile e accattivante. Dura cinque minuti e va in direzione opposta a quella del pop contemporaneo. Anche quello che si abbevera ai Depeche Mode. Loro ci sono già stati.

↦ Leggi anche:
Traccia: Depeche Mode: Ghosts Again
Storia: Depeche Mode: the best of the rest
Traccia: Humanist (feat. Dave Gahan): Shock Collar
Traccia: Martin Gore: Mandrill
Traccia: Stella Rose: Muddled Man

Mezzovuotismo 1. Forse non è che si rifiutano di essere “catchy” e cantabili. Forse non ci riescono più. Probabilmente l’ultimo tentativo di scrivere una specie di inno è stato Wrong.

Mezzopienismo 2. Di politica hanno sempre parlato a intervalli regolari, quindi non c’è da stupirsi più di tanto di un pezzo come questo, anche se è uno dei più espliciti. E probabilmente la delusione non va letta guardando all’America e a Trump, ma alla nativa e sempre più babbiona Britannia. Dove di voci rabbiose negli ultimi anni se ne sono levate pochine.

Mezzovuotismo 2. Sarà anche uno sfogo, ma che sfogo moscio, privo della gagliardìa ritmica dei loro brani epocali. Che gli manca da un po’ – da John The Revelator, di otto anni fa.

Mezzopienismo 3. Okay, però al bando la Policy of Truth, si era detto che era un discorso tra fan, quindi in nome di Faith and Devotion la questione è presto risolta: meglio questi Depeche Mode che niente Depeche Mode.

Mezzovuotismo 3. Va bene, ma sembra uno scarto di Exciter. Speriamo che Spirit, l’album in uscita a fine marzo, sia meglio.

Mezzopienismo 4. Ma sì, comunque quello che importa è il tour.

Mezzovuoto 4. Già: alla fine la sola cosa che preme a tutti quanti, purtroppo, è il tour.

Depeche Mode 

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!