Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Clap! Clap! (feat. OY): Hope
Afro-disiaco
↤ Tracce

Il nuovo pezzo di Clap! Clap! rilegge in chiave afrofuturista e genuina un certo modo di fare elettronica tutta downtempo e hipsterona, con ottimi risultati.

L’ascesa di Cristiano Crisci ai vertici dell’elettronica mondiale è stata lenta ma costante. Accantonato il progetto-gag Digi G’Alessio (nome a parte, decisamente inadatto a sostenere la prova del tempo — tutto blog house e droppettoni, come se il 2012 non fosse mai finito) e sviluppata una sana passione per l’afrofuturismo, Crisci si è rinominato Clap! Clap! e ha firmato un ottimo album d’esordio per Black Acre, affermandosi come uno dei nomi più esportabili dell’elettronica nostrana e arrivando a collaborare addirittura con Paul Simon.

Hope, assieme al duo svizzero-ghanese OY, è il terzo estratto dal suo nuovo lavoro e marca una svolta stilistica: meno palesemente in debito con il Sahara, le foreste e le savane, più vicino a una rilettura etnicheggiante della downtempo hipsterona alla Flume. E chiunque riesca a far sembrare autentico “quel” modo di fare elettronica, si merita un bel pollicione alzato.

Clap! Clap! (feat. OY)