Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Wyldlife: Contraband
La foto non è stata scattata al Madison Square Garden
↤ Tracce

L’arte perduta del power pop. O del punk melodico ma spigoloso quanto basta. O dell’immediatezza grintosa. E del senso dell’umorismo, in qualsiasi caso. Battaglie che i Wyldlife vincono a suon di energia da vendere e ritornelli orecchiabili.

Wyldlife
Contraband

L’arte perduta del power pop. O del punk melodico ma spigoloso quanto basta. O dell’immediatezza grintosa. E del senso dell’umorismo, in qualsiasi caso. Battaglie che i Wyldlife vincono meritatamente, a suon di energia da vendere e ritornelli orecchiabili. Qui apprezziamo anche uno spiritoso video girato a Brooklyn, dove la band veste i panni dei corrotti sbirri metropolitani anni ‘70/’80 (per la gioia del NYPD: il più grande dipartimento di polizia cittadino degli Usa, prima ancora che una serie televisiva d’altri tempi). Uno stile “barbwire bubblegum” dedicato ai fan dello sfortunatissimo gruppo di culto Exploding Hearts – lo sono dichiaratamente gli stessi Wyldlife – e della Grande Mela pre-Rudolph Giuliani.

Angelo Mora
Angelo Mora

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
Basta davvero poco: perchè non ti abboni?
.