Desperate Journalist: Resolution
Tinte di capelli strategiche
 
← Music discovery

I Desperate Journalist possiedono un gusto pop quasi irresistibile: possiamo serenamente smettere di catalogarlo come “post-punk” e passare al termine “bella musica rock contemporanea”.

Desperate Journalist
Resolution

Angelo Mora
Angelo Mora

Premesso che non si sta parlando dello pseudonimo del sottoscritto al bar degli amici (il nome del gruppo è uno sfizioso omaggio ai Cure, piuttosto), il secondo disco del quartetto inglese – Grow Up, previsto a marzo – promette bene. Nel suono dei Desperate Journalist ci sentiamo un’ispirata eco di Smiths che fa sempre bene, in qualsiasi stagione e a qualsiasi latitudine. Nella voce di Jo Bevan ci sentiamo degli echi di Dolores O’Riordan e Björk, ma forse abbiamo esagerato col Biancosarti a capodanno. E a proposito del veglione, la stessa cantante ha dichiarato che «Resolution è stata scritta in una stanza di albergo dopo una festa di fine anno, mentre mi sentivo particolarmente strana , incapace di bere e sotto l’effetto di tanta codeina». Qualsiasi cosa significhi, i londinesi possiedono un gusto pop quasi irresistibile. Possiamo serenamente smettere di catalogarlo come “post-punk” e passare al termine “bella musica rock contemporanea”.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy