Kevin Morby: Beautiful Strangers
Cantautore vede la luce, i particolari in cronaca
 
← Music discovery

Freddie Gray, il Bataclan, la strage di Orlando, le armi da fuoco, Gesù Bambino nella mangiatoia. Avete 6 minuti per scrivere una canzone che li metta assieme. Oppure potete ascoltare "Beautiful Strangers" di Kevin Morby, da Lubbock, Texas.

Kevin Morby
Beautiful Strangers

Beautiful Strangers è un singolo dedicato alle vittime della strage di Orlando (abbinato alla cover di No Place to Fall di Townes Van Zandt), i cui proventi vanno a Everytown for Gun Safety, organizzazione nonprofit che lavora per prevenire la violenza causata dal possesso di armi da fuoco. In realtà è un pezzo su come ci immaginiamo il momento in cui la morte viene a trovarci, l’attimo in cui un terrorista — o un pazzo o un agente di polizia — punta un arma contro di te, e difatti cita i fatti del Bataclan e pure Freddie Gray. Niente melodrammi. Kevin Morby è un folkettaro del Texas e quindi appoggia la melodia su un arrangiamento elettro-acustico morbido e suadente che fa tanto anni ’70, tutto chitarra acustiche, percussioni e cori vagamente gospel che rivelano lo spirito che sta dietro alla canzone. I «beautiful strangers» del titolo sono le vittime innocenti di violenza insensata «che amavano ridere, ballare e amare come tutti noi, ma non lo possono più fare». Che detto così pare retorico, ma la canzone non lo è.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy