Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di Humans vs Robots, ed è riservata (in gran parte) agli (link: https://hvsr.net/membership/join text: abbonati).

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Two Door Cinema Club: Gameshow
Ultimamente c’è molto sole, in Irlanda del Nord

Two Door Cinema Club
Gameshow

I TDCC hanno una caratteristica quasi unica che li rende interessanti e, lo diciamo con una piccola meschina punta di sadismo, divertenti loro malgrado: sono l’unico gruppo del Regno Unito (per di più indie) che la stampa specializzata locale, di norma allineata alle esigenze dell’industria locale, prenda a pallate in luogo di esaltarli come meravigliosa, irrinunciabile Next Big Thing. Qualsiasi incoerenza e sospetto di ammicco o furberia viene loro rinfacciata con gelida severità rispetto ad altre band di maggior successo (e maggior compromesso) nelle quali sono non solo tollerate, ma persino accolte con febbrile interesse. I loro seguaci, scoraggiati, iniziano a diradarsi, ma in questo brano che dà il titolo al loro terzo album i glamourosi nordirlandesi offrono un saggio ineccepibile di quel rock venato di sintetizzatori 80s che è da tempo una delle strade più testardamente percorse dalle rock band in cerca di appigli per rimanere a galla nell’epoca del pop. Avvertenza: il video è a 360 gradi, se non avete familiarità sappiate che potete portare il mouse sulle freccine in alto a sinistra e guardare i musicisti non inquadrati. Il nostro preferito è quello nell’angolo a sinistra che probabilmente non sta facendo niente.

Paolo Madeddu
Paolo Madeddu

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Un grazie a chi ci sostiene!
Humans vs Robots parla di musica dal 2016, e cerca di farlo bene. E lo possiamo fare grazie a chi ci sostiene abbonandosi, e garantendo che articoli come questo possano essere letti da tutti.
Basta davvero poco: perchè non ti abboni?
.