Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Taman Shud: Oracle War
L’importanza del risparmio energetico
↤ Tracce

I Taman Shud non hanno né la faccia, né il look da satanassi, eppure si definiscono «a necro-psych band». Superficialmente, la loro estetica rimandarebbe a quella specie di metal occulto abbastanza in voga nell’underground degli ultimi anni (roba che al Roadburn Festival la gente si fa crescere la barba per l’occasione, se già non la sfoggia). A noi piace immaginarli come un viaggio cattivo dei primi Pink Floyd in compagnia degli Hawkwind, con in tasca i racconti di Howard Phillips Lovecraft. Qui gli inglesi spingono che è un piacere, con quel suono di organo ossessivo e ipnotico che sembra provenire dalle viscere della Terra e un riff di chitarra ricoperto di filo spinato. Recitando il testo di Oracle War al contrario, evocherete i Grandi Antichi (no, non i Rolling Stones).

Taman Shud