Tracce 

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Storie 

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.
Crippled Black Phoenix: No Fun
«No fun to be alone, walking by myself» — per questo vanno in giro in otto, assieme
↤ Tracce

I Crippled Black Phoenix non sono il classico gruppo prog/post rock con le facce da secchioni e quell’aria un po’ così. Il loro leader è il polistrumentista Justin Greaves: uno che vent’anni fa dava lezioni di cacofonia con gli Iron Monkey e oggi ricorre al crowdfunding per permettersi il lusso di suonare e, se possibile, mettere assieme pranzo e cena ogni giorno (letteralmente: alcuni suoi post su Facebook sono di un’onestà disarmante). Tuttavia, non c’è bisogno di provare pena per apprezzare una canzone come No Fun: pulsante, cupa e drammatica quanto basta, ribadisce un’innata vena autunnale — forse perché in Inghilterra è quasi sempre autunno, tra un inverno e l’altro — e un’abilità compositiva non comune. Se vi sembrano una manica di metallari in fuga dalla polizia è perché tutto sommato lo sono, ma dietro alle apparenze si cela anche un musicista talentuoso e tormentato.

//

↦ Leggi anche:
Crippled Black Phoenix (feat. Vincent Cavanagh): Lost