Tracce

Ogni giorno ti consigliamo un brano che vale davvero la pena sentire, tra tutte le novità in uscita. E siccome siamo on line dal 2016, puoi immaginare quanti ne abbiamo da suggerirti. Esplorare le playlist è un buon modo per ascoltarli tutti...

Lunghi

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c'è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Questa è la sezione longform di HVSR.

Extended Play

C'è spazio per un altro giornalismo musicale, che non si alimenti solo di comunicati stampa camuffati da news, di interviste copia-e-incolla e di altri argomenti di nessuna rilevanza? Ci proviamo.

Sixx:A.M.: Rise Of The Melancholy Empire
La fibbia di James Michael è anche nota come “Occhio di Sauron”

Sixx
A.M.

Probabilmente lo sapete già, ma vale la pena precisare che i Sixx:A.M., band del bassista degli storici Mötley Crüe Nikki Sixx, con lo sleazy rock/hair metal/cultori assortiti di spandex zebrati e cotonatura del crine non c’entra niente. Certo, anche loro sono dei tamarri da competizione, e tra Sixx, DJ Ashba (Guns N’ Roses) e James Michael hanno più tatuaggi loro che un intero battaglione di carcerati siberiani. Ma le somiglianze finiscono qui, essendo i Sixx dediti a un heavy metal di impostazione piuttosto classica, dai toni epici, quasi power, con un buon seguito soprattutto in Europa. Rise of the Melancholy Empire chiude un disco decisamente piacevole.

↦ Leggi anche:
1994: Mötley Crüe punto e a capo

Se ti è piaciuta questa traccia, questa recensione o entrambe, perchè non condividere sui social?

Questa traccia è anche presente nelle seguenti playlist:

Scrivere di musica non è facile.
Noi cerchiamo di farla mettendoci passione, ma anche competenza, cura, professionalità. Tutte cose che costano impegno… e soldi. Se apprezzi il nostro lavoro quotidiano perchè non ci sostieni diventando un abbonato? Basta davvero poco!
.
Home
Ogni giorno una traccia che vale davvero la pena sentire
Success
La sezione longform di HvsR
Un altro sguardo sulla musica, con un aggancio all'attualità.