New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Lucertoloni che non ne vogliono sapere di estinguersi, psicologi matti e persone con il GEL

Settimana 28 – con The Jesus Lizard, Leprous, Weird Bloom, GEL, Psicologi, Darkthrone, Nilüfer Yanya, Urali, Efterklang, Bandabardò e Cisco.

Le Iguane meno note

Oggi va di moda dire “resilienza”, ma andate a raccontarlo ai dinosauri, loro che si son dovuti trasformare in lucertole per arrivare ai giorni nostri. O andate a raccontarlo a David Yow, che con i suoi Jesus Lizard continua a imperversare nel pianeta brutto e cattivo del noise-post-punk, nonostante le rughe. O ai Darkthrone, ancora marcissimi nel loro minestrone riscaldato black/death/epic/speed. Più che di resilienza dovremmo invece parlare di vera e propria resistenza nel caso della Bandabardò che, aiutata da Cisco e dagli Extraliscio, sposa la causa (ancora irrisolta) degli operai della GKN di Campi Bisenzio.

Rimanendo in Italia, questa settimana proponiamo anche gli Psicologi, duo rap/pop/electro sempre sull’orlo di un successo che forse meriterebbero ma al momento non sembra arrivare, Ivan Tonelli, che del successo se ne frega e torna a nome Urali con la sua musica emozionale ed emozionante, e gli Weird Bloom, progetto di Luca di Cataldo che guarda agli anni Settanta con (giusto per usare un eufemismo) nostalgia.

Il resto si compone del progressive ammorbidito dei Leprous, dell’hardcore nudo e bruto dei GEL, della classe innegabile di Nilüfer Yanya, e degli Efterklang, per cui ormai non riusciamo più a trovare aggettivi: a questo giro chiamano a raccolta tutto il coro giovanile Sønderjysk Pigekor e il risultato, appunto, non può essere che ascoltato.

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!