New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

L'amore complicato di P!nk, Ghali sull'autobus, Sebastian Bach che dice agli Skid Row: sapete chi vi saluta?

Settimana 1 – con P!nk, Ghali, Sebastian Bach, Abstract Concrete, Hell Boulevard, Eye Am, Aguirre, MX Lonely, Paloma Faith, The Halo Effect.

Olivia Newton Joh… ah no.

Anno nuovo, vita nuov… ah no. E infatti eccoci di nuovo, qui, puntuali come un orologio svizzero, all’appuntamento del giovedì con la prima Weekly del 2024.

Parliamo di donne e d’amore, innanzitutto. Con P!nk che torna per raccontarcelo come una tranvata epica, con tutte le cicatrici del caso, o Paloma Faith, che per affrontarlo a dovere si tinge i capelli di nero e si vede costretta a metter su i panni di donna cattiva, ma in senso buono.

Gli Hell Boulevard (anche noti come i 30 Seconds to Mars svizzeri), invece, ci tengono a precisare fin dal titolo che la loro non è l’ennesima ballataccia sdolcinata. E quindi cogliamo l’occasione per passare al lato più pesante della questione. Lato ben rappresentato dagli Halo Effect, figli bastardi degli In Flames e della pandemia, dall’emo-doom degli Eye Em (supergruppo che mischia pezzi di Type O Negative, Crowbar e Down) e dal redivivo Sebastian Bach che manda un messaggio ben confezionati ai vecchi compagni Skid Row.

Nel frattempo, da noi si rivede Ghali che si fa un giro amarcord a Milano, sulla 91 di notte, e ne esce vivo, mentre gli Aguirre, da Roma, provano a sfuggire al sistema grazie al loro mutant pop sperimentale e futurista.

Sperimentazione, avete detto? Il post-punk risponde: quel vecchio marpione di Charles Hayward dei This Heat ci spupazza (nel vero senso della parola) con il suo nuovo progetto Abstract Concrete, mentre i giovani (ma già con un bel curriculum alle spalle) MX Lonely narrano di omicidi shoegaze in salsa post-grunge come se fosse la cosa più normale di questo mondo.

Vuoi continuare a leggere? Iscriviti, è gratis!

Vogliamo costruire una comunità di lettori appassionati di musica, e l’email è un buon mezzo per tenerci in contatto. Non ti preoccupare: non ne abuseremo nè la cederemo a terzi.

Nelle ultime 24 ore si sono iscritte 1 persone!