New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Feste a sorpresa con i Gossip, feste sfrenate con Korpiklaani, feste malinconiche con Adrianne Lenker

Settimana 47 – con Gossip, Korpiklaani, Adrianne Lenker, Roxenne, Madder Mortem, Gene Loves Jezebel, The Rattlebacks, Nocturnal Animals, Tuber, Atarasshii Gakko!

Pronti per Capodanno?

Eccoci all’ultima Weekly dell’anno, ovvero al momento in cui è tradizione concedersi qualche augurio di buone feste. E qui ce n’è per tutti i gusti.

Se vi piacciono i party a sorpresa, cosa può esserci di meglio dell’inaspettato ritorno in pista di Beth Ditto e compagnia gossippara? Se invece la vostra idea di divertimento va dal pogo ai balli sfrenati, abbiamo i Korpiklaani, una Bandabardò metal trapiantata in Finlandia. O, se siete tipi più carnascialeschi che amano i travestimenti e il cosplay, ecco le Atarasshii Gakko!, j-poppers dal Sol Levante vestite da scolarette.

Il periodo tra Natale e Capodanno vi fa solo venir voglia di spaccare tutto? Mettete su l’hard rock puzzoncello dei Rattlebacks, il goth punk dei Nocturnal Animals, o godetevi la sensualità sporca e carnosa dei Madder Mortem. Se invece lucine, abeti e renne dai nasi lampeggianti non dico vi deprimono, ma preferite affrontarli in maniera più dimessa, avvolti nel plaid su un confortante divano di Netflix & chillout, create l’atmosfera con le soffuse note di piano di Adrianne Lenker, le visioni oniriche e sci-fi di Roxenne, lo stoner-synth rock denso e coinvolgente dei Tuber o con l’ultimo colpo di mano dei Gene Loves Jezabel, che stemperano l’irruenza punk di un classico degli Only Ones, trasformandolo in una ballata acustica senza tempo.

Per il resto, non temete. Ci rivedremo presto, tipo l’anno prossimo.

Siamo su Substack! Iscriviti per ricevere la newsletter e sapere quando pubblichiamo nuovi contenuti!