New Music

Una volta alla settimana compiliamo una playlist di tracce che (secondo noi) vale davvero la pena sentire, scelte tra tutte le novità in uscita.

Tracce

... Tutte le tracce che abbiamo recensito dal 2016 ad oggi. Buon ascolto.

Storie

A volte è necessario approfondire. Per capire da dove arriva la musica di oggi, e ipotizzare dove andrà. Per scoprire classici lasciati indietro, per vedere cosa c’è dietro fenomeni popolarissimi o che nessuno ha mai calcolato più di tanto. Queste sono le storie di HVSR.

Autori

Chi siamo

Cerca...

Shirley Manson nei panni di Siouxsie, gli Spiritual Front in quelli degli Smiths, i Sabaton in quelli di Lemmy

Settimana 20 – con Garbage, Spiritual Front, Exmortus, Les Longs Adieux, ĠENN, Divide and Dissolve, Glen Matlock, Oxbow, Bodywash, Sabaton.

Shirley and the Banshees

Un po’ di cover fatte come si deve, questa settimana. La leader dei Garbage rende omaggio alla su dichiarata maestra, Susan Janet Ballion, ai più nota come Siouxsie Sioux, i Sabaton mettono da parte la clava e ricordano commossi quella volta in cui i Motörhead fecero lo stesso, dandosi al rock sinfonico, e i nostri Spiritual Front a tema Morrissey, Smiths e Manchester ci fanno addirittura un album intero.

Rimanendo in Italia poi (a Roma, nello specifico) i loro concittadini Les Longs Adieux puntano tutto sulla voce particolare di Federica Garenna, e fanno centro. Tornando subito, invece, al di là della Manica, troviamo un redivivo Glen Matlock che, alla tenera età di poco meno di settant’anni, ci ricorda chi ha scritto i pezzi migliori dei Sex Pistols, e i ĠENN, appena sbarcati a Brighton da Malta con il loro post-punk tribale ma sempre orecchiabile.

Qualche problema a trasferirsi dall’Inghilterra a Montréal l’ha avuto invece Chris Steward, e ce lo racconta nell’ultimo singolo dei Bodywash. Poco più a sud, la California – tipicamente tutta sole, mare, surf e bikini – a questo giro brilla al contrario di atmosfere oscure e melanconiche: con linguaggi completamente opposti se ne fanno portavoce il fantasy-metal pestato degli Exmortus e la prima esplicita canzone d’amore (si fa per dire) degli Oxbow.

E dall’altra parte del mondo? In Australia avanzano sabbie mobili morbose sotto cui si nascondono echi di creature prive di requie: è la musica apocalittica del duo Divide and Dissolve, roba certo non per tutte le orecchie.

Vuoi continuare a leggere? Iscriviti, è gratis!

Vogliamo costruire una comunità di lettori appassionati di musica, e l’email è un buon mezzo per tenerci in contatto. Non ti preoccupare: non ne abuseremo nè la cederemo a terzi.

Nelle ultime 24 ore si sono iscritte 4 persone!