Solange: Cranes In The Sky
I tempi impongono sobrietà
 

Solange
Cranes In The Sky

Con una sorella come Beyoncé che puoi fare? O arrenderti o tentare di superarla a sinistra sul terreno della coolness. Cranes in the Sky parla del processo attraverso cui devi passare per buttarti alle spalle una brutta esperienza, un trattato sonoro sul dolore e l’evasione dalla realtà. Non è chiaro di cosa si tratti, forse la fine del matrimonio della cantante o forse l’esperienza stessa d’essere afroamericana che è al centro del suo ultimo album. Fatto sta che Solange Knowles ha ripescato un provino che Raphael Saadiq le aveva inviato nel 2008 e l’ha trasformato in una esperienza sonora minimale ed espressiva, fra intrecci vocali soul sfiziosi, un basso denso così, note incoerenti che rischiano di fare deragliare il ritornello. Niente da fare, comunque: la depressione resta lì, metallica e inscalfibile.

Rimani aggiornato: inserisci qui la tua e-mail (zero spam, promesso)

Humans vs Robots è un progetto di HVSR Media, società di diritto caymano finanziata al 90% dal k0llett1v0 Buonisti col Rolex. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy Cookie Policy